A shaggy heron in Italy

Yes, going back to Italy is always a bitter-sweet sensation. Home is here in The Netherlands for me, I miss it everytime I go somewhere else.

Apart from eating delicious food (and maybe too much!), I finally had a chance to wear my Flight of Fancy shawl, the 2015 Scheepjes CAL (you can find more info here) by Annelies Baes. I choose the colourway Heron… guess why? Well, first of all it’s a beautiful colour combination, and then because herons are very common here: it’s actually Den Haag city’s symbol, as you can see in this picture below.

142009_fullimage_2014_tpretina_gemeente

Sono appena tornata da Roma. Che dire, ormai tornare in Italia mi lascia sempre un pò l’amaro in bocca. Le ragioni le sappiamo tutti, inutile parlarne. La mia casa ormai è qui, in Olanda. Ogni volta che mi allontano per più di un paio di giorni mi manca moltissimo.

Comunque, oltre ad aver mangiato stra bene e ovviamente un botto (fraschette, pizza, gelati… devo aggiungere altro?), ho avuto finalmente l’occasione di indossare il mio scialle Flight of Fancy, il CAL del 2015 di Scheepjes (maggior info qui) disegnato da Annelies Baes. Il colore che ho scelto era Heron. Facile capire il perchè. Innanzi tutto mi piaceva moltissimo la combinazione di colori, sul grigio-blu; e poi, qui gli aironi sono molto comuni. Si trovano ovunque, al bordo degli stagni, sugli alberi, in volo… non per niente il simbolo del comune de L’Aia è proprio l’airone, come si vede nella foto del palazzo comunale quassù.

 

I still haven’t taken a good picture of my shawl. I was waiting for the right moment and the right surrounding but nothing came to mind. I only have this poor shaggy pic: you can clearly see my million tails waiting to be weaved in. It looks cramped and curly because, at that time, I hadn’t blocked it yet. You have to use your imagination for now. But you can see the colours: beautiful!

The yarn is Scheepjes Linen Soft, a nice cotton and linen blend with a lot of nice shades.

It was fairly easy to make, you had a clue every week to crochet a motif, for a total of 8 different designs and 10 different colour combinations. Then a lot of picot to crochet around to make the border and connect the motives together. It was fun and relaxing. The longest and boring part were the tails to weave in. But it was absolutely worth it. Everyone was looking at it and I earned a lot of praise. I definitely need to make some nice picture of it, don’t you think?

heron

 

Non ho ancora fatto una foto che renda giustizia a questo scialle. Aspettavo il momento o il posto giusto ma non mi è venuto niente in mente. Ho solo questa misera foto. Qui sembra sciatto e disordinato. Si vedono benissimo tutte le code ancora da cucire, e non era ovviamente bloccato. Si vedono però i colori: magnifici!

Il filato che ho usato è Scheepjes Linen Soft, un blend di lino e cotone con tantissimi colori disponibili.

Molto facile da realizzare: ogni settimana veniva pubblicato il pattern per realizzare uno degli 8 diversi motivi ad uncinetto, e alla fine veniva spiegato come unirli e realizzare il bordo con i picot. Mi è piaciuto molto ed è stato divertente. L’unica cosa noiosa è stata cucire le code. Ne è valsa la pena, ho ricevuto moltissimi complimenti. Devo assolutamente fargli qualche foto in più, se lo merita, vero?

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s